All About Jazz

Home » Musicians » Giovanni Tommaso

Giovanni Tommaso

Giovanni Tommaso inizia lo studio della musica frequentando il conservatorio di Bologna negli anni cinquanta, e in seguito a suonare jazz spostandosi con il suo contrabbasso a Bologna per partecipare a jam session che vedevano nella città emiliana una dei riferimenti per questo genere di musica in Italia [2].

Nel 1957 forma il Quintetto di Lucca, insieme al fratello Vito come pianista, al cognato Gaetano Mariani alla chitarra, a Giampiero Giusti come batterista e Antonello Vannucchi al vibrafono, con i quali nel 1958 pubblica un EP con quattro brani e si aggiudica La Coppa del jazz, torneo radiofonico organizzato dalla RAI.

A 18 anni inizia a lavorare come musicista in orchestre di navi da crociera, cosa che gli permette di frequentare tra il 1959 e il 1960 i locali jazz di New York, dove ha modo di incontrare contrabbassisti come Paul Chambers, Ray Brown e Charles Mingus. Formò poi un trio con Amedeo Tommasi al pianoforte e Gegè Munari alla batteria e - quando ancora frequentava il Conservatorio a Bologna - suonò con Chet Baker (dopo la detenzione del trombettista a Lucca per problemi di droga), Amedeo Tommasi al piano e Franco Mondini alla batteria.

Si trasferì a Roma nel 1967 per lavorare alla RCA Italiana come strumentista, arrangiatore e produttore, partecipando a numerose incisioni come gli album A mano a mano e Cervo a primavera di Riccardo Cocciante, Finalmente ho conosciuto il Conte Dracula di Mina, Morandi di Gianni Morandi, E io ci sto di Rino Gaetano, Viaggi e intemperie di Ivan Graziani, Controllo totale di Anna Oxa, Alice del Perigeo Special, European Tour di Sammy Davis Jr.

Read more

Tags

Interview
Album Review
Read more articles

Photos

Albums

Around Gershwin

Parco Della Musica
2018

buy

Conversation with My...

Edizioni Parco Della Musica
2014

buy

Bassoprofilo

CAM Jazz
2012

buy

Basso Profilo

Discograph
2011

buy

Watch

Similar

Shop Amazon

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.